ux web design

La frase “esperienza utente” copre un’ampia gamma di argomenti. Chiunque lavori nella progettazione dell’esperienza utente dovrebbe essere esperto in un’ampia gamma di argomenti. Sebbene sia difficile comprimere tutto il materiale rilevante in un unico pezzo, i criteri più importanti che ogni designer UX dovrebbe seguire per creare esperienze utente eccezionali possono essere enfatizzati.

Ecco 15 importanti principi di progettazione di cui ogni designer dovrebbe essere a conoscenza.

1. L’esperienza utente (UX) e l’interfaccia utente (UI) non sono la stessa cosa (UI).

Molti designer commettono l’errore di confondere l’esperienza utente con il design dell’interfaccia utente. Comprendere le distinzioni tra le due discipline è fondamentale e nell’articolo Cosa dovresti sapere sull’esperienza utente, abbiamo esaminato in dettaglio la progettazione dell’esperienza utente. In poche parole, l’interfaccia utente si riferisce allo spazio fisico in cui le persone interagiscono con le cose, mentre l’esperienza utente si riferisce alla reazione emotiva a tali interazioni.

La struttura del feed di un’app di social networking per iPhone viene definita interfaccia utente. La soddisfazione dell’utente per la funzione pull-to-refresh regolare definisce l’esperienza dell’utente.

La struttura del feed di un’app di social networking per iPhone viene definita interfaccia utente. La soddisfazione dell’utente per la semplice funzione pull-to-refresh definisce l’esperienza dell’utente. Questa immagine è stata sviluppata da Ramotion.

2. Determina chi è il tuo mercato di riferimento.

Non dovrebbe sorprendere che uno dei fattori più importanti da considerare quando si sviluppa un prodotto sia il pubblico di destinazione. Per creare un prodotto che i tuoi clienti apprezzerebbero, devi prima scoprire cosa vogliono e di cui hanno bisogno. Di conseguenza, la ricerca sugli utenti dovrebbe essere una parte importante del processo di progettazione dell’esperienza utente. Ricordati di pensare ai tuoi utenti prima di iniziare a progettare! Quando dai valore ai clienti che utilizzeranno il tuo prodotto, sarai in grado di concentrarti sui vantaggi piuttosto che sulle caratteristiche.

“Le persone non comprano cose, acquistano versioni migliori di se stesse”, spiega l’imprenditore. I designer dovrebbero essere in grado di riconoscere quando è il momento di interrompere l’aggiunta di funzionalità e concentrarsi sui componenti dell’esperienza che piacciono ai consumatori.

“Le persone non comprano cose, acquistano versioni migliori di se stesse”, spiega l’imprenditore. I designer dovrebbero essere in grado di riconoscere quando è il momento di interrompere l’aggiunta di funzionalità e concentrarsi sui componenti dell’esperienza che piacciono ai consumatori. User Onboard ha fornito questa immagine.

3. Non sei l’unico che usa il computer.

I designer spesso presumono che le persone che interagiranno con le loro interfacce saranno come loro. Di conseguenza, i designer proiettano le proprie reazioni e comportamenti sui propri clienti. Tuttavia, credere di essere il tuo utente è un errore. Questo è noto come effetto del falso consenso in psicologia, che è la tendenza a credere che gli altri condividano le nostre convinzioni e si comporterebbero in modo simile in una determinata circostanza.

È probabile che le persone che utilizzeranno il tuo prodotto provengano da background diversi, abbiano punti di vista, modelli mentali e obiettivi diversi. Loro non sono te, per dirla in un altro modo.

Il test di usabilità è una tecnica per evitare pregiudizi di falso consenso nei designer. Se vuoi realizzare prodotti che piacciano alle persone, devi concentrarti sui test. I designer possono imparare a creare prodotti appropriati per le persone che li utilizzeranno facendo ricerche di mercato (non i tuoi team, amici o familiari). Ci vorrà del tempo, ma è l’unico modo per essere sicuri di essere sulla strada giusta.

4. Apportare modifiche al design per adattarsi a chi ha tempi di attenzione brevi.

La capacità di attenzione di una persona è la quantità di tempo in cui può concentrarsi su un’attività senza essere interrotta. La durata media dell’attenzione umana si è ridotta da 12 secondi a 8 secondi, secondo uno studio Microsoft del 2015. Ciò implica che la nostra capacità di attenzione è attualmente inferiore a quella di un pesce rosso. I progettisti devono adattarsi a questo comportamento se vogliono offrire ai clienti le informazioni di cui hanno bisogno il più rapidamente possibile.

I progettisti dovrebbero semplificare le interfacce utente rimuovendo qualsiasi oggetto o contenuto non necessario che ostacola il completamento del lavoro. Un approccio che i designer potrebbero utilizzare per raggiungere questo obiettivo è il minimalismo funzionale. Tuttavia, ciò non significa che le esperienze debbano essere limitate. Ogni dato dovrebbe essere significativo e prezioso.

5. Non ci sono regole rigide e veloci quando si tratta di progettazione dell’esperienza utente.

Nella progettazione UX, il processo UX è un aspetto fondamentale. Se un designer non dispone di una strategia UX adeguata, potrebbe lavorare nell’oscurità. D’altra parte, una tecnica di sviluppo ux chiara e semplice consente la progettazione di esperienze utente eccezionali.

Molti designer credono che esista un metodo UX universale che può essere applicato a ogni progetto. Sfortunatamente, quando si tratta di progettazione dell’esperienza utente, non esiste una soluzione valida per tutti. Sebbene possano essere stabilite fasi specifiche del progetto, un preciso processo UX dovrebbe sempre essere determinato in base agli obiettivi del progetto: ogni progetto è diverso e ha la propria serie di requisiti. Ciò significa che un designer deve essere preparato ad adattare il proprio approccio progettuale alle esigenze del progetto al fine di offrire la migliore esperienza utente possibile. Ad esempio, se stai sviluppando un nuovo prodotto, potresti dover dedicare più tempo alla ricerca degli utenti e al chiarimento dei requisiti. Se stai riprogettando un prodotto esistente, tuttavia, potrebbe essere necessario dedicare più tempo alla convalida della progettazione (come l’usabilità e i test A/B o la valutazione dei dati analitici).

6. Prima di impegnarti in un prodotto a tutti gli effetti, crea un prototipo.

Molti team di progettazione commettono anche l’errore fatale di aggirare la prototipazione a favore di impegnarsi molto nella costruzione di un prodotto originale. Potrebbe essere scoraggiante impegnarsi molto nella creazione di qualcosa che riteniamo incredibile solo per scoprire che non funziona come previsto dopo averlo rilasciato in natura.

Il processo di creazione di un modello di un prodotto per testarlo è noto come prototipazione. Puoi testare il tuo concetto utilizzando strumenti di prototipazione prima di collaborare con un team di ingegneri per costruire il prodotto finale. Diverse tecniche di progettazione possono essere utilizzate per la prototipazione. La prototipazione rapida è un’utile tecnica di prototipazione. È una tecnica standard per creare rapidamente prototipi dello stato futuro di un prodotto, che si tratti di un sito Web o di un’app, e quindi testarlo con un gruppo di utenti.

7. Durante la progettazione, utilizzare materiali originali.

Che si tratti di testo, foto o video, i contenuti sono al centro di praticamente ogni prodotto. Il design può essere visto come un’aggiunta al contenuto. Molti designer, d’altra parte, scelgono Lorem Ipsum per un linguaggio autentico e segnaposto per immagini reali durante tutto il processo di progettazione. Sebbene un tale design possa sembrare interessante sulla tavola da disegno di un designer, quando lo stesso design viene caricato con dati effettivi, l’aspetto visivo potrebbe essere drasticamente diverso.

8. Aderire a una strategia semplice e coerente.

La semplicità nel contesto dei prodotti digitali si riferisce a quanto sia facile comprendere e interagire con un prodotto. I clienti non dovrebbero dover leggere le istruzioni per scoprire come utilizzare un’app e non dovrebbero aver bisogno di una mappa per esplorarla. In qualità di designer di interfacce, parte del tuo lavoro consiste nel chiarire le cose e nel guidare dolcemente gli utenti da dove si trovano a dove devono andare.

Anche le interfacce devono essere coerenti in un progetto. Molti designer utilizzano di proposito incongruenze stilistiche per far sembrare qualcosa di più originale e insolito. Su varie pagine di un sito Web, ad esempio, potrebbero essere utilizzate più combinazioni di colori. Tali decisioni di progettazione lasciano spesso gli utenti perplessi e irritati. Di conseguenza, è fondamentale mantenere gli elementi di design riconoscibili in ogni momento, sottolineando gli aspetti più importanti del tuo design. Quando progetti il tuo prodotto, tieni a mente il principio del minimo stupore.

9. Riconoscimento vs. richiamo

Mostrare agli individui componenti che già conoscono migliora l’usabilità piuttosto che richiedere loro di richiamare le informazioni dalla memoria.

Poiché la memoria umana è limitata, i designer dovrebbero assicurarsi che i clienti possano riconoscere rapidamente come utilizzare determinate caratteristiche del loro prodotto piuttosto che spingerli a ricordare. Riduci lo stress cognitivo rendendo le informazioni e le funzionalità dell’interfaccia visibili e accessibili.

10. Rendi il design facile da usare e da capire.

Quando si tratta di design, la maggior parte dei designer antepone l’estetica e il fascino alla funzionalità e all’accessibilità. La stragrande maggioranza di noi cerca di far sembrare le cose allettanti. Questo spesso porta a una situazione in cui i designer antepongono l’estetica alla funzionalità. Naturalmente, l’estetica è importante e dovremmo sforzarci di rendere i nostri progetti accattivanti, ma solo dopo aver realizzato prodotti utili. La funzione più importante dei prodotti e servizi digitali è soddisfare la domanda.

Grazie al design dell’interfaccia accessibile, gli utenti di tutte le abilità possono esplorare, comprendere e utilizzare con successo gli elementi digitali. Un prodotto ben progettato può aiutare gli utenti con problemi di vista, cecità, problemi di udito, disturbi cognitivi o limitazioni della mobilità. È vero, l’accessibilità impone una serie di vincoli alla progettazione del prodotto, ma il miglioramento dell’accessibilità migliora l’usabilità per tutti i consumatori. Gli standard WCAG 2.0 e Material Design forniscono indicazioni dettagliate su come rendere le interfacce più accessibili.

11. Non cercare di risolvere un problema da solo.

“Non ci sono problemi che non possiamo affrontare insieme e solo alcuni che possiamo gestire da soli”, ha detto Lyndon B. Johnson. Le grandi esperienze utente sono il prodotto della collaborazione tra designer e sviluppatori, parti interessate e utenti. Non esistono cose come “un genio”. Durante la creazione, è fondamentale collaborare con quante più persone possibile per ottenere le loro idee, pensieri e feedback sul tuo lavoro.

12. Non cercare di risolvere tutti i tuoi problemi in una volta.

È fondamentale capire che la progettazione dell’esperienza utente non è un processo semplice. I passaggi del processo UX (ideazione, prototipazione e test) spesso si sovrappongono, risultando in una grande quantità di avanti e indietro. Man mano che impari di più sul problema, sugli utenti e sui dettagli del progetto, potrebbe essere necessario rivedere alcune delle ricerche o testare nuovi approcci di progettazione (in particolare eventuali limiti). Aspettati che il tuo design sia tutt’altro che perfetto dopo una sola iterazione. Invece, perfeziona i tuoi concetti al punto da poterli testare con clienti reali, ottenere feedback pertinenti e iterare in base ai risultati.

La progettazione dell’esperienza utente non è un processo sequenziale. Fare cose meravigliose richiede una grande quantità di modifiche e test. L’obiettivo è identificare le tue ipotesi, testarle, apportare modifiche e quindi ripetere il processo.

La progettazione dell’esperienza utente non è un processo sequenziale. Fare cose meravigliose richiede una grande quantità di modifiche e test. L’obiettivo è identificare le tue ipotesi, testarle, apportare modifiche e quindi ripetere il processo.

13. È meglio evitare di commettere errori piuttosto che rettificarli.

L’errore è inevitabile nella vita. Gli esseri umani spesso commettono errori durante l’interazione con le interfacce utente. Si verificano in conseguenza di un errore dell’utente e in rare occasioni a causa del fallimento di un’app. Qualunque sia la causa del problema, il modo in cui viene risolto ha un grande impatto sull’esperienza dell’utente. Gli utenti non amano gli errori e disprezzano ancora di più l’idea di essere responsabili di tali comportamenti. Di conseguenza, dovresti provare a eliminare tutte le istanze soggette a errori o rilevarle e informare gli utenti prima che agiscano.

14. Fornire feedback costruttivo

Uno dei primi dieci criteri di usabilità di Jakob Nielsen, la visibilità dello stato del sistema, è ancora una delle nozioni più importanti nella progettazione dell’interfaccia utente. Gli utenti vogliono sapere dove si trovano in un sistema in un dato momento e le app non dovrebbero lasciarli indovinare; invece, dovrebbero fornire un feedback visivo appropriato per far loro sapere cosa sta succedendo. Fornire ai clienti un feedback visivo rapido, ad esempio un segnale animato quando iniziano un’attività, è un ottimo modo per garantire che l’interfaccia funzioni correttamente.

Puoi utilizzare una semplice animazione, ad esempio uno spinner di caricamento, per dire ai tuoi utenti che il sistema sta elaborando una richiesta come messaggio di feedback. La foto è stata data da Tumblr.

15. Non apportare grandi modifiche.

Secondo gli studi, agli utenti non piacciono i grandi cambiamenti ai loro articoli presenti, anche se le modifiche sono utili per loro. C’è una notevole probabilità che le persone siano insoddisfatte se esegui un cambiamento sostanziale. La legge di Weber delle differenze rilevabili solo ha un termine scientifico e afferma che anche il minimo cambiamento in un oggetto non risulterà in una differenza visibile.

Una delle aziende che ha imparato a proprie spese che i suoi consumatori detestano i rapidi cambiamenti è eBay. Durante la notte, hanno sostituito lo sfondo giallo brillante su molti dei loro siti Web con uno bianco. I clienti hanno iniziato a opporsi al trasferimento quasi immediatamente e hanno iniziato a ricevere reclami. eBay ha dovuto tornare al primo aspetto a causa di un numero enorme di reclami. Successivamente, la squadra è passata a una nuova strategia. Hanno gradualmente alterato la tonalità di sfondo, una sfumatura di giallo alla volta, per molti mesi, fino a quando è rimasto solo il bianco. Come è prevedibile, questa volta quasi nessuno si è accorto del cambiamento.

Di conseguenza, prendere le cose con calma e apportare piccole modifiche qua e là è il modo migliore per avvicinarsi a una riprogettazione. La maggior parte degli utenti non saprà nemmeno che stai riprogettando fino a quando non sarà finita.

Infine, non aver paura di commettere errori.

L’unico modo per imparare davvero è commettere errori. Se hai paura di commettere errori e cerchi di fare tutto alla perfezione, ti perderai l’apprendimento. Segui i suggerimenti sopra, ma soprattutto, continua a sperimentare varie strategie e approcci di progettazione UX finché non trovi quelli che funzionano meglio per te e i tuoi clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.