progettazione di siti

Dobbiamo ammettere che scrivere un saggio pretendendo di essere in grado di prevedere come sarà tutto tra 20 anni, tanto che qualcosa di così rapidamente innovativo come la progettazione di siti da solo è probabilmente impossibile. A meno che non ci limitiamo a proiezioni generali basate su scoperte recenti che devono ancora prendere piede su larga scala. Anche se questo può sembrare un po’ ingannevole, in realtà segue un modello consolidato di sviluppo e adozione della tecnologia.

In media, le nuove scoperte tecnologiche impiegano 20-30 anni per diventare universalmente accettate come la nuova norma. Nonostante siano presenti da un po’ di tempo in circoli limitati costituiti da inventori, teorici e laboratori di ricerca avanzata come il MIT Media Lab o DARPA, è solo 20-30 anni dopo che sono diventati ampiamente conosciuti come “il prossimo grande cosa” (Agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa). Esempi eccellenti includono Internet, e-mail e computer indossabili.

Sebbene ARPANET sia stata fondata nel 1969, è stato solo negli anni ’90 (poco più di 20 anni dopo) che è diventata la grande novità che tutti stavano imparando e a cui tutti stavano entrando in contatto.

CTSS MAIL, sviluppato dal MIT nel 1965, è stato il primo servizio di posta elettronica ospitato. I servizi di posta elettronica non erano disponibili al grande pubblico fino all’inizio degli anni ’90 e presto sono diventati la nuova norma per la comunicazione aziendale e personale.

Infine, sono disponibili computer che possono essere indossati. Il Dr. Steve Mann, che ha iniziato a lavorare sui computer indossabili al liceo negli anni ’80, è entrato a far parte del MIT Media Lab nel 1991 e ha continuato ad espandere la disciplina con nuovi aiuti e risorse fino a quando non ha iniziato a penetrare nel più ampio mercato popolare con prodotti come Google Glass e l’Apple iWatch, tra molti altri.

Per prendere WordPress come esempio, tutti abbiamo visto plugin che iniziano in modo eccellente ma sono brutti, poi si evolvono in qualcosa che è sia utile che estetico nel tempo. Di conseguenza, il design è ancora più indietro rispetto alla tecnologia che utilizziamo oggi, inventata 20-30 anni fa.

Questo è il motivo per cui, prima di esaminare i concetti e le idee che probabilmente domineranno il web design nei prossimi 20 anni, vorrei discutere il forte legame che esiste tra il web design e la tecnologia che lo rende possibile: i computer.

Riconoscere Lo Stretto Legame Tra Web Design E Informatica

Alcuni dei concetti di web design più importanti in questo momento includono il design reattivo, il design a pagina singola, il design delle carte e il design dei materiali. Tutti questi cambiamenti sono dovuti alla tecnologia che utilizziamo per interagire con i nostri contenuti, come computer desktop e laptop, cellulari e tablet. Al livello più elementare, utilizzano tutti display in vetro che assomigliano digitalmente a carte reali e non si sono evoluti molto negli ultimi decenni.

Quindi, cosa accadrebbe se i computer come li conosciamo subissero una transizione sostanziale, ovviando potenzialmente del tutto alla necessità di un’interfaccia schermo? È possibile che stiamo per scoprirlo. Molti esperti di computer e appassionati di tecnologia ritengono che The Age of Context stia arrivando rapidamente.

Calcolo Contestuale Nel Futuro

Secondo il nuovo libro di Robert Scoble e Shel Israel, The Age of Context (2013), ci sono “cinque forze convergenti [nell’informatica] che promettono di toccare quasi ogni aspetto della nostra vita”. Gli esempi includono dispositivi mobili, social media, dati, sensori e servizi basati sulla posizione. Avete indovinato: il contesto è il punto in cui convergono e danno vita a una nuova era dei computer.

Ma Cosa Implica Esattamente?

L’informatica contestuale è una tecnologia che ha una profonda conoscenza di noi stessi, dei nostri desideri e del nostro ambiente, consentendole di integrarsi perfettamente nelle nostre vite in modi prima inimmaginabili.

Forni che riconoscono il cibo messo al loro interno, imparano come la persona che ha messo il cibo vuole che quel pasto venga cotto e poi lo cuociono automaticamente. Frigoriferi che riconoscono quando sei a corto di articoli di base ed effettuano automaticamente un ordine. Assistenti virtuali che imparano i dettagli della tua attività nello stesso modo in cui farebbe una persona reale per aiutarti con le risposte e-mail, la fatturazione dei clienti e altro ancora.

Tutte le cose che ho appena detto sono possibili in questo momento in un modo o nell’altro. L’elaborazione contestuale è già in uso nel mondo commerciale, tuttavia non è ampiamente utilizzata. Questo, credo, cambierà nei prossimi anni.

In Questo Momento, Cosa Stiamo Vedendo

Quando si tratta di progettazione del sito, esiste già un eccezionale esempio di elaborazione contestuale in azione. The Grid, un nuovo servizio di creazione di siti Web, offre ai consumatori siti Web creati utilizzando l’intelligenza artificiale che adatta il tuo design mentre aggiungi contenuti per garantire che sia ottimale per il tuo obiettivo particolare, come un portfolio artistico, la generazione di lead o le vendite.

A nostro avviso, il percorso evolutivo più logico per questo tipo di tecnologia sarebbe quello di integrare progressivamente le informazioni su specifici consumatori, piuttosto che solo le preferenze del proprietario del sito. Se il comportamento online di una persona mostra un tasso di conversione del 90% in risposta a un certo tipo di web design, il sito sembrerà a loro in un modo e in un altro a un altro visitatore, assicurando che ogni spettatore veda esattamente ciò che deve vedere per poter suscitare la risposta desiderata.

Ma, come abbiamo già detto, cosa succede se aboliamo completamente i display? Cosa succede quando i “indossabili” smettono di essere gadget e iniziano a comportarsi come estensioni (o, per lo meno, componenti) del nostro corpo, comunicando direttamente con il nostro cervello? Il fondatore dei MIT Media Labs, Nicholas Negroponte, pensa che ciò accadrà e ha una lunga esperienza nel fare previsioni corrette.

Cosa possiamo aspettarci nei prossimi 20 anni?

Dato che siamo a corto di parole, la metteremo in modo semplice. Quasi probabilmente dovrete trovare un altro lavoro se siete un web designer. Ma non preoccupatevi, gli autori di contenuto (come mus) e un sacco di altre persone saranno interessati. Man mano che il conscious computing e il contextual computing diventano più sofisticati, avranno un impatto duraturo sul modo in cui creiamo e interagiamo con i contenuti/dati.

Anche WordPress dovrà cambiare. Se vivrà per altri 20 anni, non sarà più come oggi. Se l’attuale traiettoria di WordPress è quella di diventare una piattaforma applicativa o un sistema operativo web, tra 20 anni saremo ben oltre questi obiettivi.

WordPress, in qualsiasi forma (o successore), potrebbe essere un’utile piattaforma open source per visualizzare contenuti contestualizzati in modi nuovi. Questo è un concetto spaventoso per qualcuno che si guadagna da vivere con WordPress e ne scrive. Comunque è esaltante! Dopotutto, non saremo gettati nel futuro con nient’altro che la nostra conoscenza ed esperienza esistente. Invece, saremo insieme per il viaggio, adattandoci e contribuendo all’innovazione mentre accade, assistendo nella formazione del futuro tanto quanto noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.